Le regole fondamentali per cacciare in sicurezza

Le lame made in Pattada di Giagu e Deroma
17 Giugno 2019
Villanova Monteleone, la caccia negli anni 30
24 Giugno 2019
Mostra tutto

Le regole fondamentali per cacciare in sicurezza

La sicurezza nell’attività venatoria è un elemento imprescindibile ma spesso trascurato. Sono ancora troppi gli incidenti di caccia dovuti ad errori umani che potrebbero essere evitati.

In sintesi vi elenchiamo i principali accorgimenti da mettere in atto durante l’attività venatoria con specifici riferimenti sulla caccia al cinghiale.

•Non usare canne con strozzatura superiore a ***. Impiegando strozzature più accentuate, in particolare su canne vecchie o in cattivo stato di conservazione, si possono correre rischi di collasso strutturale in caso di fuochi lunghi o di presenza di ostruzioni anche minime (basta una piccola foglia) nella canna.

•Nell’uso delle palle asciutte occorre ricordare che esse vengono facilmente destabilizzate e deviate da piccoli ramoscelli e che rimbalzano facilmente sul terreno od alberi, mantenendo inalterata la loro pericolosità fin quasi ad un chilometro di distanza.

•I caricamenti slug standard sono di regola confezionati con bossoli da 70 e possono essere sparati nelle camere standard ed in quelle magnum. I caricamenti magnum hanno bossolo da 76 e devono essere usati solo nelle camere magnum.

•Per quanto riguarda la canna rigata sono da evitare tutti i caricamenti con proiettile interamente camiciato, penetrano a fondo ma creano traumatismi poco invalidanti (a meno di non attingere organi vitali) ed hanno un’alta attitudine al rimbalzo e all’eccesso di penetrazione.

•È bene ricordare che un colpo di carabina, se sparato con canna rivolta verso l’alto, può percorrere più di tre chilometri prima che il proiettile impatti col suolo ed è altresì bene ricordare che alcuni calibri rimangono letali anche oltre i tre chilometri.

•Una palla slug, con la sua bassa velocità, rimbalza quasi sempre, anche con angoli di incidenza accentuati, se colpisce legno o corpo duro (pietra) e, se trova un ulteriore ostacolo, può di nuovo rimbalzare, al punto che in situazioni particolari può continuare a rimbalzare come una pallina da ping-pong impazzita. Nell’assegnare i posti ai componenti della squadra, si dovrà tenere conto oltre che del campo di tiro e delle distanze di sgombero, anche della possibilità che un proiettile rimbalzi colpendo pietre, rocce, vegetazione, acqua.

•Non sparate mai contro superfici dure o specchi d’acqua.

•È opportuno che tutte le armi dei cacciatori siano sempre attentamente controllate e provate al poligono prima della stagione di caccia. Una canna lubrificata può originare traiettorie lontane da quelle normalmente realizzate da un certo binomio arma cartuccia, una mira metallica regolabile o un’ottica di mira possono essere “starate” come conseguenza di un urto, per allentamento delle viti (conseguente a molti spari o a un montaggio non corretto) oppure semplicemente perché qualcuno ha “giocato” con le regolazioni della mira o le torrette dell’ottica.

•Il buon funzionamento di un’ arma è strettamente legato alla sua corretta manutenzione. Pertanto, non dimenticate mai di effettuare un’ appropriata e periodica manutenzione dell’arma.

•Il rimbalzo di un proiettile è evento sempre possibile nell’attività venatoria e che non è certo sconosciuto ai cacciatori. Non per nulla le regole di comportamento delle aziende faunistico venatorie impongono di evitare sempre di sparare in linea tra una posta e l’altra (tirando sempre di fronte e dietro la propria postazione) e impongono altresì di stabilire con i vicini i limiti di tiro tra una postazione e l’altra.

•Non puntate mai un’arma contro qualcuno o qualcosa a cui può essere pericoloso sparare.

•Maneggiate sempre un’arma come se fosse carica.

•Armi da fuoco e munizioni devono essere custodite sempre separate, chiuse a chiave e al di fuori della portata dei bambini.

•Non trasportate mai un’arma carica.

•Non caricate mai l’arma fino a quando non siete giunti in un luogo in cui sia consentito sparare in sicurezza. Non effettuate movimenti bruschi e pericolosi con un’arma carica.

•Siate certi di conoscere i dispositivi di sicurezza dell’arma che state usando ma ricordate che tali dispositivi non sostituiscono le norme di sicurezza e di corretto maneggio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *