Ragout di folaga – Ars Venandi
La preparazione del cane da seguita
11 Settembre 2019
UCS ANLC Sardegna si costituirà parte civile contro bracconieri
2 Ottobre 2019
Mostra tutto

Ragout di folaga

Cari amici cacciatori con questa ricetta vorrei provare a ridare dignità ad un selvatico quale e’ la Folaga, più volte snobbata da un gran numero di cacciatori che, non amandone né le carni nè la caccia si privano così, oltre che di una divertente fucilata al termine di un avvincente lavoro del proprio cane, anche di un piatto appetitoso che sorprenderà piacevolmente amici e conoscenti.

Pur non avendola inventata io, questa ricetta l’ho sperimentata più volte con successo aggiungendo via via qualche piccola variante personale.

Ed ora cominciamo: innanzitutto uscite a caccia e procuratevi una bella Folaga o anche più d’una..

Poiché il sapore un po’ “forte” di questo rallide e’ racchiuso nella pelle, invece di spiumarla spellatela direttamente.

Eliminate testa e zampe, tagliatela e mettete a bagno i pezzi in acqua fredda con vino rosso e poco aceto per un ora/ un’ ora e mezza.

Non esagerate con l’aceto altrimenti sarà troppo presente nel gusto finale pregiudicando la riuscita del piatto.

Poi sciacquateli più volte in acqua corrente e quando li avrete ben lavati e asciugati mettete i pezzi di Folaga a rosolare in un tegame (meglio se di coccio) con olio e un po’ di burro assieme ad un trito di carota, sedano, cipolla, prezzemolo e pomodoro secco.

Quando saranno ben rosolati bagnate con un bicchiere di vino rosso non troppo corposo e una volta evaporato il vino aggiungete la polpa di pomodori pelati.

Io uso questi ma se volete usare la passata non dovrebbe cambiare nulla anche se a mio avviso la passata ha un gusto troppo deciso.

A questo punto portate a cottura aggiungendo, se dovesse servire, acqua o brodo vegetale e regolate di sale e pepe.

Terminata la cottura togliete la carne dal sugo, disossate i petti insieme con gli altri pezzi lasciandone magari uno o due per guarnire e, dopo averla tritata col mixer aggiungete di nuovo la carne al sugo con il quale condirete le pappardelle che nel frattempo avrete fatto cuocere.

La dose dovrebbe bastare per quattro persone.

Servite le pappardelle calde con una spolverata di parmigiano e i pezzetti di Folaga come guarnizione… Dimenticavo!!! Io berrei con questo piatto un rosso ma di medio corpo oppure un bianco con struttura..

Buon Appetito e… Alla prossima!!

di Cristiano Barrovecchio

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *