Primavera, stagione della prevenzione – Ars Venandi
La compagnia Masini di Orani
15 Ottobre 2020
Nuova vita ai vecchi fucili con Centro Riparazione Armi
26 Ottobre 2020
Mostra tutto

Primavera, stagione della prevenzione

Con l’arrivo della bella stagione ritorna il problema della riproduzione degli insetti che si trovano agevolati dalle temperature più miti. Insetti di particolare interesse sia per la salute dell’uomo che dei nostri amici animali sono le zanzare. Questi insetti infatti, oltre ad essere fastidiosi e provocare dermatiti con la loro puntura, sono vettori di importanti patologie quali la dirofilariosi .
La dirofilariosi consiste nella presenza di larve nel circolo sanguigno e di vermi tondi adulti che si localizzano nelle camere cardiache (nel caso di dirofilaria immitis) e nel tessuto sottocutaneo (nel caso della dirofilaria repens) in seguito al pasto di sangue di una zanzara che a sua volta le ha assunte con il precedente pasto da un animale già infetto che funge da serbatoio della malattia (es. cane o gatto ). La meno grave è la dirofilaria repens in quanto solitamente si localizza nel sottocute creando la formazione di noduli facilmente operabili tranne nel caso in cui provochino delle gravi dermatiti pruriginose nei nostri animali, tragitti sottocutanei o aberranti anche nell’uomo nel quale a volte possono raggiungere localizzazioni più profonde compresi i polmoni. Un po’ più rischiosa è invece l’infestazione da dirofilaria immitis in particolare nel cane a seconda della carica elmintica. I segni clinici infatti possono essere assenti, moderati o gravi sia in base alla taglia dell’animale (più accentuati in animali di piccola taglia con cuore e vasi piccoli) e al numero dei parassiti adulti che vanno a localizzarsi all’interno delle camere cardiache impedendo il normale funzionamento di questo importante organo vitale. Questa malattia si può curare con una terapia molto costosa e altrettanto rischiosa per la vita dell’animale colpito, ma quello che è più importante tenere presente è che si può anche prevenire e la primavera è il momento ideale. Recandovi dal vostro veterinario di fiducia, potrete sapere con un test rapido se il vostro cane è infetto o no in modo da attuare una terapia in caso il test dia esito positivo, o effettuare la prevenzione in caso il test dia esito negativo. La prevenzione offre due possibilità: la somministrazione mensile di una tavoletta appetibile oppure una comoda iniezione annuale di un farmaco che può somministrare solo il vostro veterinario. Buona primavera a tutti!

 

a cura della dott. Murino Edvige

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *