Sardegna, riaperta la caccia a lepri e pernici – Ars Venandi

Sardegna, riaperta la caccia a lepri e pernici

Il primo appuntamento
26 Agosto 2019
1° Raduno Nazionale del segugio maremmano
26 Agosto 2019
Mostra tutto

Sardegna, riaperta la caccia a lepri e pernici

Che sarebbe stata una giornata particolare lo sapevamo tutti, ma che fosse capace di regalarci un sorriso, in pochi eravamo pronti a scommetterci.

L’Approvazione del calendario venatorio è arrivata nel migliore dei modi (visti i presupposti) e per la prima volta, dopo anni di purgatorio  ha restituito dignità ai cacciatori sardi.

Un calendario onesto che cancella i soprusi subiti per anni e consente a noi tutti di riappropriarci, giustamente, di due pezzi di storia.

Lepri e pernici, mai dimenticate ma “protette”, da diversi anni, a causa di una pessima gestione da parte della Regione Sardegna che, sino all’arrivo del nuovo Assessore all’Ambiente Gianni Lampis, in quota Fratelli d’Italia, ha osteggiato in tutti i modi l’esecuzione dei censimenti nel territorio libero, necessari (per i giudici) per consentire a tutti di poter cacciare queste due nobili specie. 
 
L’Assessore ha di fatto “ignorato” il parere Ispra (obbligatorio ma non vincolante) e fissato la pre apertura alla Tortora  nelle prime due giornate utili di settembre  (1  e 5).

Questa prima parentesi, anticipa l’apertura generale prevista per domenica 22 settembre;

Per i giovedì, invece, non dovremmo attendere la metà di ottobre, sarà possibile infatti, esercitare l’attività venatoria a partire dal 25 settembre. 
 
Cancellate inoltre  le tanto odiate mezze giornate.
 
Turdidi e anatidi potranno essere cacciati sino al 30 gennaio e la beccaccia sino al 26.
 
La Caccia al cinghiale è prevista nelle giornate di giovedì e domenica a partire da Domenica 3 novembre, mentre il colombaccio sarà cacciabile da domenica 29 settembre sino al 9 di febbraio.

Noi tutti, dopo l’ultima tornata elettorale, auspicavamo una netta inversione di marcia, un diverso approccio verso la caccia e  un maggior coinvolgimento del mondo venatorio nella gestione dell’ambiente.

Un primo importante segnale ci era stato lanciato pochi mesi fa quando per la prima volta nella storia l’assessore Lampis aveva siglato un protocollo tra la regione e  i cacciatori per la lotta agli incendi riconoscendoci ufficialmente, il ruolo di “sentinelle ambientali”.

Insomma,  se il bel tempo si vede dal mattino, oggi possiamo affermare che è iniziata una nuova stagione per la caccia in Sardegna.

Che dire … Grazie Assessore.

di Emanuele Farneti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

3 Comments

  1. Mauro Pusole ha detto:

    Un particolare ringraziamento all’Avvocato Davide Bacciu per il notevole impegno e la viva dedizione sull’argomento.

  2. Felice D.essi ha detto:

    Positivo cosi si elimina la penalità per lepri e pernici.

  3. Sandro Corvino ha detto:

    Il vento è cambiato!, grazie a tutti con in testa l’assessore Lampis.
    Da anni si aspettava un rilancio dell’attività venatoria in Sardegna, credo che quello successo ieri in CFR sia solo l’inizio.
    Avanti Tutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *