Chiuso il canile della Brambilla – Ars Venandi
Le specie alloctone in Sardegna
22 Luglio 2012
Ars venandi n.12 In edicola dal 1 luglio
27 Luglio 2012
Mostra tutto

Chiuso il canile della Brambilla

LECCO – Sono passati 3 giorni dalla chiusura del canile lager di Green Hill che fece esultare la nostra ex ministra appassionata di animali. La Ministra esultò anche per l’accordo preso con Trenitalia che avrebbe permesso ai passeggeri di far viaggiare anche i propri animali sui treni ad alta velocità.

Oggi arriva la notizia: “Il canile gestito da Michela Brambilla attraverso la sua Leida (Lega italiana per la difesa degli animali; prima si chiamava Lida) non potrà più ospitare i 150 cani in quanto è vecchio, angusto e non a norma”. A dirlo è il comune di Lecco che sta organizzando i 150 cani in viaggi della speranza verso altri canili.

Il Comune di lecco ha affidato il canile alla Brambilla sostenendolo con 540 mila euro di spesa. Adesso se lo ritrova fuori norma e ad obbligo chiusura. Potrebbe ristrutturarlo, ma a quest’ipotesi l’amministrazione Comunale corruccia le sopracciglia: “non è possibile o non rientreremo nel patto di stabilità”.

A dare il colpo di grazia ci ha pensato l’ASL locale: “strutture carenti, box insufficienti, ambulatori inesistenti. Il canile non è a norma e i cani non se la passavano benissimo”.

.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *